“Scrivere romanzi significa prendersi cura degli altri. Se io ci tengo veramente a te, se voglio avere una relazione con te, ti racconto storie.”  Jonathan Safran Foer

Liberamente tratto da “L’albero di Natale” di Hans Christian Andersen

 

Attività

Letture- Natale - Rappresentazione teatrali

 

Descrizione e modalità

L'albero di cui parla la fiaba vive nell'insoddisfazione di sé anche quando è all'apice della giovinezza. L'abete è ansioso di crescere e non riesce mai ad apprezzare le piccole cose che gli capitano.

- - -

 

Fino a quando un giorno, il giovane albero viene tagliato e condotto in una casa dove, la vigilia di Natale viene addobbato con candele, giocattoli e caramelle e i bambini festanti gli siedono intorno. L'abete si rende sempre conto di quello che possiede, soltanto dopo averlo perso. Il bosco, gli animali che lo abitano, lo scorrere delle stagioni, la festa del Natale, raccontanti con maestria da Andersen, sono rappresentati e visulizzati nello spettacolo con le figura del teatro delle ombre.

 

Obiettivi

Favorire il confronto fra il testo scritto e le immagini realizzate con il teatro delle ombre.

 

Destinatari

Scuola dell'InfanziaScuola Primaria I° cicloScuola Primaria II° ciclo, Bambini con genitori

 

Tempi

Un'ora

 

Condizioni richieste

Spazio ampio oscurabile, presa di corrente, posti a sedere

 

Area geografica

Bergamo e provincia, Brescia e provincia, Cremona e provincia

Valutiamo ogni altra destinazione richiesta

 

Professionista

Maura Paletti

 

Costi

225,00 € (scuole: due classi consecutive su una mattina)
230,00 € (utenza libera – massimo 25 partecipanti)

Supplemento del 10% sui festivi
Iva e spese viaggio escluse
 

 

Materiali inclusi

Videoproiettore, lettore cd, amplificazione

 

Note

E' possibile aggiungere un laboratorio manuale sulle ombre

- - -